Virginia Raggi: “Gli scavi per la metro C saranno affidati alle marmotte”

Roma – Sta facendo molto discutere la nuova proposta di Virginia Raggi, impegnata nel difficile compito di amministrare la Capitale d’Italia. La sindaca pentastellata, infatti, dopo l’annuncio dell’impiego di pecore per sfoltire l’erba dei parchi pubblici, ha annunciato che gli scavi per la metro C da ora in poi saranno affidati a una squadra di marmotte.

Dopo l’inaugurazione della stazione di San Giovanni, la Raggi ha capito che l’avanzamento dei lavori per la nuova linea della metropolitana potrà farle riguadagnare parte del consenso perduto, precipitato nelle numerose buche delle strade romane. La sindaca, durante un’importante riunione di maggioranza in consiglio comunale, ha avuto modo di visionare sul suo tablet un documentario sulle marmotte. Vedendo quanto sono abili e veloci a scavarsi le tane, la Raggi ha avuto un’illuminazione: le capacità di questi straordinari roditori serviranno per completare gli scavi per la metro C.

I consiglieri capitolini si sono consultati col capo politico del MoVimento 5 stelle, Luigi Di Maio, che si è mostrato entusiasta dell’idea e ha fatto inserire una postilla nel contratto di governo che sta ultimando con Matteo Salvini. Il leader del centrodestra si è impegnato a fornire almeno 500mila marmotte, che saranno espulse dalle montagne delle regioni a guida leghista e accompagnate nella Capitale. Prima della firma dell’accordo, Rocco Casalino ha ottenuto che nessuna marmotta sia di origine rumena “perché puzzano”.

Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, per non compromettere il dialogo avviato col M5s, si è detto disponibile ad appoggiare l’idea della sindaca. La trattativa in regione sarà condotta dal consigliere pentastellato Davide Barillari, che ha accettato di svolgere il ruolo di coordinatore dopo aver ottenuto precise garanzie: “Sì alle marmotte, purché non siano vaccinate”.

Intanto dal Campidoglio fanno sapere che nei prossimi mesi verranno individuate altre specie animali da impiegare nei lavori pubblici della capitale. Un comitato di esperti è già al lavoro per decidere in che modo utilizzare il pangolino e la scolopendra.

A chi si dimostra scettico sulla sua proposta, Virginia Raggi ribatte sicura: “Male che vada, le marmotte le useremo per confezionare la cioccolata”.

Andrea Michielotto

Fonte: Virginia Raggi: “Gli scavi per la metro C saranno affidati alle marmotte” sul magazine satirico Lercio.it

Cosa ne pensi?

Close
Vieni a pescare con noi
Segui il Boccalone su