Unioni civili: le coppie etero potranno rivendere i diritti che non usano a quelle omosessuali

Dopo un lungo braccio di ferro, la parte più conservatrice del Parlamento e quella più progressista hanno raggiunto un accordo. L’ostacolo più difficile da superare era quello sui diritti per le coppie omosessuali, ma ora l’accordo c’è. La destra (e non solo) che avrebbe voluto affossare ogni apertura in tal senso, ha deciso che sì, anche le coppie omosessuali potranno usufruire degli stessi diritti di quelle etero, ma solo in cambio di soldi.

Come funzionerà questa norma? Semplice: una coppia etero non sposata potrà vendere il suo diritto al matrimonio a una coppia omosessuale, e così via per tutti gli altri diritti previsti nella Cirinnà. Le migliori menti del centrodestra hanno scritto questa norma, che porta infatti le firme di Giovanardi, Scilipoti, Gasparri, Razzi. Insomma tutte personcine moderate e perbene. Mario Adinolfi ha subito fatto sapere d’esser disposto a vendersi il diritto di assistenza nel caso sua moglie si ammalasse.
Naturalmente sono arrivate una valanga di polemiche e c’è chi parla di un’ulteriore discriminazione sociale che privilegia il ricco a discapito dell’omosessuale povero.
Ma Renzi cerca di mettere pace e incassare la legge Cirinnà: “I diritti ci sono, ma molte coppie etero non li usano e rimangono lì a marcire, con un po’ di denaro tutte le coppie non etero potranno goderne senza nessun limite. Basta chiacchiere, anche questa è fatta”.
Nel frattempo Elton John ha aperto una pratica in Italia: ha fatto sapere che spenderà tutto il compenso sanremese per riuscire ad adottare Maurzio Gasparri.

Sergio Marinelli

Fonte: Unioni civili: le coppie etero potranno rivendere i diritti che non usano a quelle omosessuali su Lercio.it