Tinder down, tra gli utenti appaiono di donne vere

Celestopoli (Gb) – “È il giorno più bello della mia vita, più di quando la Juve è stata sbattuta in serie B“, c’è entusiasmo nelle parole di un partecipante alla più grande orgia mai conosciuta nel nostro Paese, che ha visto persone di tutta la nazione raggiungere le proprie piazze per dedicarsi alla gioiosa arte dell’amore reciproco.

La causa scatenante è stato un bug di Tinder, la famosa applicazione per incontri, che ha portato migliaia di utenti a trovarsi a dialogare, incredibilmente, con donne vere e non con dei fake creati ad arte per convincerti che nella tua zona sia in corso un raduno di brasiliane disinibite che parlano parlano ma poi non si conclude mai. Infatti, per colpa del bug, improvvisamente sono apparse foto e contatti di donne realmente esistenti che, addirittura, ricambiavano educatamente un saluto.

Uno dei partecipanti al mega orgione di massa, Rocco Pappalardo, interrompe per un attimo l’estasi amatoria e, salutandoci con il gomito, ci spiega la situazione: “Ho iniziato a chattare con una tipa che sembrava uscita da una collezione di Victoria’s Secret, poi c’è stato il bug e mi sono apparse centinaia di altre ragazze della mia zona, ragazze normali, qualcuna la conoscevo anche di vista, e niente… abbiamo iniziato a parlare e ci siamo conosciuti meglio e dato che eravamo su quell’applicazione per trovare dei partner sessuali, abbiamo deciso di sfruttarla al massimo“.

Nello stesso istante, migliaia di altri utenti decidevano di uscire dalle proprie abitazioni per ritrovarsi in qualche luogo per copulare selvaggiamente. Scesi in strada, molti hanno notato l’euforia globale che permeava i volti delle persone e hanno capito che il motivo che accomunava quella felicità era la concretezza che da lì a poco si sarebbe finalmente potuto concludere qualcosa dopo mesi e mesi di chat fasulle.

Finalmente si chiava“, ammette il Pappalardo, “Era questa la frase che avevamo in mente e, avendo capito l’andazzo globale, abbiamo deciso di incontrarci tutti in piazza e di dare sfogo a questo momento di entusiasmo. E finalmente siamo riusciti a svuotarci i co…“, ma non riesce a terminare la frase perché preso con forza da una gentile pulzella di passaggio per raggiungere l’estasi suprema che è propria dell’idillio dell’amore.

Al momento sono già milioni le persone scese in strada per consumare rapporti di ogni tipo, alla maniera degli antichi greci che oltre a discutere di filosofia sapevano anche come divertirsi. La polizia ha cercato di disperdere la folla ma è stata inglobata dalla marmaglia e molti agenti, approfittando dell’arrivo di una truppa di marinai e di un assembramento alquanto strano di nativi americani, hanno iniziato a ballare sulle note della famosissima canzone dei Village PeopleYMCA’. Al momento non sappiamo quando e come questa emergenza amatoria finirà, ma finché dura invitiamo tutti gli utenti a recarsi nella piazza più vicina, come stiamo per fare anche noi.

Enrico Caruso & Davide Paolino

Fonte: Tinder down, tra gli utenti appaiono di donne vere sul magazine satirico Lercio.it