“Sedili troppo scomodi persino per me”, fachiro indiano fa causa a Ryanair

Dublino (Irlanda) – Nuovi guai per Ryanair. Alla compagnia low cost è stata infatti recapitata la denuncia di Shamid Rabdum, 43 enne fachiro di origini indiane ma residente in Irlanda, che dopo un viaggio da Dublino a Marrakech, una volta giunto nella città del Marocco è dovuto ricorrere alle cure di alcuni sedicenti chiropratici che stazionavano in piazza Jemaa El Fna per riprendersi dai traumi causati dai sedili del Boeing 737.


Dopo circa un’ora dal decollo avevo crampi e dolori lancinanti – ha dichiarato il fachiro, visibilmente provato – durante il volo, subito dopo l’annuncio della vendita dei gratta-e-vinci e prima del passaggio del carrello con i profumi scontati, ho anche tentato di librarmi in cabina ma sono rimasto incastrato fra i sedili”.


Fin da piccolo mi sono seduto su ogni genere di sedie e poltrone – ha aggiunto – mia mamma mi faceva fare colazione in ginocchio sui chiodi, e a scuola portavo sempre con me un cuscino di filo spinato per tenermi in allenamento, ma non ho mai provato un sedile più scomodo di quello della Ryanair”.


La compagnia aerea si è scusata con il signor Rabdum inviandogli un voucher di sconto di 0,99 centesimi sull’acquisto del prossimo biglietto aereo, ma il fachiro sembra intenzionato a proseguire la sua battaglia legale. “È stata un’esperienza terribile che ha segnato profondamente la mia carriera – ha aggiunto – tornerò a casa su una bicicletta senza sellino, ci metterò un paio di mesi ma almeno viaggerò più comodo”.

Antonello Ravetto Antinori

Fonte: “Sedili troppo scomodi persino per me”, fachiro indiano fa causa a Ryanair sul magazine satirico Lercio.it