Miracoli, la donna schiaffeggiata sulla mano dal Papa guarita dal tunnel carpale

Roma (SCV) – “豬神!” “Zhū shén!” “Santo! Santo subito!” È incontenibile la gioia mista a fede mistica di Wéiduōlìyǎ Lā tǎn qí, la donna asiatica amorevolmente percossa dal Santo Padre in piazza San Pietro, dopo il consueto Te Deum di fine anno.

“Da mesi la sindrome del tunnel carpale mi impediva persino di farmi il segno della croce – racconta Wéiduōlìyǎ intervistata da Radio Vaticana, la radio che sprigiona santità ad altissima frequenza – così mi sono recata in Vaticano per chiedere una grazia a Papa Bergoglio; ero in piazza da una settimana per essere in prima fila. Quando mi è passato davanti, Francesco ha subito capito il mio problema e con la sola imposizione delle mani mi ha prontamente miracolata, anche se inizialmente è sembrato a tutti, anche a me, che fosse infastidito. 
Solo stamani, quando mi sono recata in ospedale per l’intervento programmato da tempo, ho compreso che invece era un’insolita benedizione: la dolorosa infiammazione era sparita! I medici del Fatebenecongiunti non hanno potuto far altro che constatare l’avvenuto miracolo ed avvisare la Congregazione delle cause dei santi”.

A miracolo segue miracolo: sull’altra emittente cattolica, Radio Maria, il direttore Padre Livio ha addirittura interrotto uno dei suoi strali contro le unioni civili (che causano i terremoti in centro Italia) per annunciare il primo prodigio certificato DOC di Papa Francesco: “Altro che Medjugorje! – ha esclamato – ho scritto 30 libri sul nulla!”, per poi proporre la santificazione immediata del Papa guaritore.

Ma il sempre umile Francesco si è invece scusato per aver ceduto alla vanità di usare i superpoteri papali: “La salvezza di Gesù non è magica, ma paziente: i miracoli cioè vanno centellinati, o i fedeli li pretenderanno. Invece devono pregare a lungo per averli. Chiedo scusa se a volte perdo il controllo: anche quando prometto un pugno a uno, in realtà vorrei solo guarirlo”.

Patrizio Smiraglia

Fonte: Miracoli, la donna schiaffeggiata sulla mano dal Papa guarita dal tunnel carpale sul magazine satirico Lercio.it