Fedeli shock al ritorno da Lourdes: “Obbligati a bere l’acqua delle madonnine prima dell’imbarco”

Lourdes Airport Security (Francia) – Ci sono volute più di 6 ore per placare gli animi degli oltre 130 passeggeri del boeing 666 del volo Lourdes-Pietrelcina con scalo a Ibiza,  che al grido di “Vergogna!” e “Come lo spiego a mia suocera!?!”, si sono ritrovati assiepati all’ingresso dei gate per protestare contro il disumano trattamento a cui sono stati sottoposti. La polizia aeroportuale, infatti, ha negato loro la possibilità di riportare a casa il più tipico dei souvenir di Lourdes, ovvero la famigerata bottiglia in plastica raffigurante la Vergine Maria con all’interno acqua benedetta e questo ha indignato non poco i pellegrini del viaggio organizzato dalla Susanna Mystical Travel, specializzata in viaggi spirituali,  in collaborazione con la Parrocchia della Santissima Beata Immacolata Maria vergine delle scogliere soffolte di Porto Sant’Elpidio, nelle Marche.

I fedeli, sconcertati dall’inflessibile personale aeroportuale francese che nel frattempo aveva iniziato a stappare le madonnine staccandone la testa e a vuotarne il santo contenuto in una sputacchiera davanti ai loro occhi, si sono fatti forza e hanno bloccato la fila e invocato l’intervento della Police che puntualmente è arrivata. Purtroppo però, le ragioni dei fedeli non sono bastate a convincere nemmeno le forze dell’ordine dato l’ingente quantitativo (oltre 280 madonnine di varie dimensioni per  un totale di circa 160 litri di acqua) ma hanno cercato di ristabilire l’ordine trovando una mediazione, che però non ha soddisfatto in pieno i pellegrini a cui è stata concessa loro soltanto la possibilità di imbarcare i contenitori vuoti (possibilmente schiacciati come le bottiglie di plastica) e di consumarne tutta l’acqua al loro interno prima dell’imbarco.

Il calvario che ha coinvolto i passeggeri bloccati nella struttura aeroportuale fortunatamente è stato allietato da uno dei miracoli più apprezzati dai turisti di tutto il mondo, che vengono proprio in pellegrinaggio all’aeroporto di Lourdes per goderne a pieno la sacralità. Infatti, nonostante piovesse a dirotto, gli aerei atterravano asciutti, un po’ come quando si esce dalle piscine, tra lo stupore e la commozione dei pellegrini. La forzata assunzione di acqua benedetta ha anche procurato ben due guarigioni: il piccolo Nicholas, un bambino sordo-muto che dopo aver bevuto 2 madonnine ha ritrovato la voce e ha strillato per tutto il viaggio di ritorno perché comunque non riusciva a sentirsi e Mario, un 68enne operato quattro volte all’intestino, che ha ritrovato la serenità intestinale durante il volo, occupando il bagno dal decollo all’uscita dei bagagli dal rullo e costringendo 13 passeggeri a pisciarsi addosso. Ma fortunatamente, avendo bevuto litri di acqua di Lourdes, i loro pantaloni erano perfettamente asciutti.

Vittorio Lattanzi

Fonte: Fedeli shock al ritorno da Lourdes: “Obbligati a bere l’acqua delle madonnine prima dell’imbarco” sul magazine satirico Lercio.it