Elezioni Abruzzo, PD esulta: “Siamo crollati meno del M5S!”

Roma – Sono ore di eccitazione in casa PD dopo i risultati delle elezioni regionali in Abruzzo. Un entusiasmo che non si vedeva dai tempi del modellino del Duomo di Milano lanciato in faccia a Berlusconi. C’è chi canta “Bandiera Rossa”, chi fischietta l’”Internazionale socialista” e chi, come gli eletti in consiglio regionale, declama i versi di “Soldi” di Mahmood, pensando allo stipendio assicurato.

In sala stampa gli esponenti del principale partito di sinistra fanno a gara per rilasciare dichiarazioni, tutte improntate all’ottimismo, alla speranza, alla gioia per una ritrovata competitività. “Avete visto che non siamo finiti? Cioè…non siamo finiti soltanto noi?” esordisce Graziano Del Rio; “Facciamo schifo al cazzo ma meno dei grillini”, gli fa eco una raggiante Anna Ascani; “Waladi waladi habibi ta’aleena”, chiosa Matteo Orfini, sfruttando l’onda lunga sanremese.

Ma la prima analisi approfondita dei risultati delle regionali abruzzesi arriva dal segretario del Partito Democratico Maurizio Martina: “I dati sono chiarissimi, gli abruzzesi hanno scelto di non essere governati dai 5 stelle con maggior convinzione di quanto abbiano scelto di non essere governati da noi. Una volta ogni tanto prendiamoci anche qualche merito. Certo, il Movimento 5 Stelle è ancora lì – prosegue Martina – e alle prossime elezioni potrebbe fare meglio di noi, ma non è detto che ci saranno ancora elezioni libere in Italia negli anni a venire, quindi non disperiamo”.

Eddie Settembrini

Fonte: Elezioni Abruzzo, PD esulta: “Siamo crollati meno del M5S!” sul magazine satirico Lercio.it