Di Battista realizza una piattaforma più sicura di Rousseau, tutta in legno

Falegna (ME) – Una clamorosa indiscrezione potrebbe gettare nuova luce sull’apparente disimpegno di queste settimane da parte di Alessandro Di Battista. Il pasionario pentastellato non si sarebbe allontanando dal MoVimento, ma anzi starebbe lavorando per realizzare una nuova piattaforma a 5 Stelle, più sicura ed efficace del discusso sistema Rousseau, realizzata interamente in puro legno massello.

Questo sarebbe il vero motivo per cui Dibba si è iscritto a un corso da ebanista nel borgo di Falegna, nel messinese. La nuova piattaforma, proprio per rendere onore all’arte della falegnameria, si dovrebbe chiamare San Giuseppe, e rappresenterebbe un ritorno alla semplicità francescana (a proposito di santi) delle origini del MoVimento. Non si sa ancora molto sul funzionamento del nuovo sistema, anche se alcune indiscrezioni ipotizzano un uso massiccio di segnali di fumo, piccioni viaggiatori, carrozze trainate da cavalli e sigilli in ceralacca.

Lo stesso Davide Casaleggio, infatti, resosi conto che il web può essere controllato dai poteri forti, che la rete è manipolabile e soprattutto che i suoi sistemi possono essere violati anche da un bambino delle medie, rendendo inevitabili le multe comminate dal Garante della Privacy, ha deciso di tornare al buon vecchio lavoro manuale e affidarsi alla capacità del ‘Che Guevara dello scalpello‘ Di battista.

Il leader rivoluzionario starebbe anche lavorando ad altre opere cruciali per il MoVimento. Sembra che sia in fase avanzata l’intaglio di una fidanzata di Luigi Di Maio in legno di cirmolo. Pare infatti che la lingua in bocca non fosse compresa nel contratto sottoscritto da Virginia Saba con la Casaleggio Associati (contratto che sembra essere più complesso di quello di governo, NdR) e che la ragazza abbia minacciato di rescinderlo: questo costerebbe altre settimane di casting a Rocco Casalino, mettendo a forte rischio le sue ferie di Pasqua, come ha bestemmiato lo stesso Casalino sulle pagine di Chi.

Ma non è tutto. Di Battista infatti starebbe preparando anche il suo lavoro più ambizioso, che non esita a definire “una spremuta di artigianalità”: un premier nuovo di zecca in pregiato mogano cubano, che sembri meno un burattino rispetto a Giuseppe Conte.

Andrea Michielotto

Fonte: Di Battista realizza una piattaforma più sicura di Rousseau, tutta in legno sul magazine satirico Lercio.it