Arriva una Greta Thunberg malvagia che non crede al riscaldamento globale

Corpus Christi (Usa) – I massimi rappresentati dei movimenti che non credono al cambiamento climatico e  al riscaldamento globale si sono ritrovati oggi nella città texana nota per aver inventato il primo climatizzatore acceso anche quando non serve. Qui i delegati hanno partecipato all’evento organizzato dalla FIATA, Federazione Internazionale Anti Terrorismo Atmosferico.

All’inaugurazione del summit questa mattina, la Fiata (un gruppo creato da Eni, British Petroleum, Exxon, Shell Oil USA, governo Cinese e governo Saudita) ha presentato tra applausi incessanti Greta Thunder, la versione malvagia di Greta Thumberg con piercing sulla lingua, sigaretta rollata in bocca e una passione sfrenata per i cappotti in pura pelliccia animale. La giovane Thunder è entrata nei locali della convention lasciando l’auto in doppia fila, con il motore ancora acceso e l’aria condizionata al massimo con il finestrino giù, per fortuna non dimenticandosi le quattro frecce attive.

“Dicono che il mondo si stai riscaldando, ma io sono due giorni che uso i calzini anche per andare a letto!” sono state le prima parole di Greta Thunder, che ha proseguito “alla signorinella che gira per il mondo perorando la fake news sul riscaldamento globale per saltare la scuola ho da dire solo una cosa: fa come i ragazzi della tua età e torna a studiare. Non è in piazza che si risolvono i problemi!”. Questa Greta ha anche alzato la posta “Ce l’ho io la soluzione per il fantomatico riscaldamento climatico” e dopo averlo detto dalla borsa di pelo di foca ha estratto un ventilatore. Altri applausi dagli spalti.

Il clima a Corpus Christi si è fatto così rovente che un paio di delegati hanno iniziato davvero a credere nel global warming.

“Spero di poter andare prestissimo anche in Italia” ha proseguito Greta Thunder. “Ho letto su Libero che la mia nemesi diventerà una materia scolastica prendendo il posto di religione. Ebbene, io sono pronta a sfidarla in un dibattito televisivo che determinerà chi tra me e lei avrà il diritto di essere studiata in classe. Se crede veramente nella democraticità della scienza, allora dovrà confrontarsi con le idee di tutti, comprese le nostre. La porteremo al nostro livello e lì la sconfiggeremo”. Altri applausi dalla folla.

A questo punto, dopo aver bevuto dell’olio di palma creato con palme piantate in una piccola zona dell’Amazzonia deforestata proprio per lei, la Greta Malvagia è tornata verso il suo mezzo di trasporto e driftando ha raggiunto l’orizzonte, in cerca di nuove e memorabili imprese da negazionista climatica. In Australia ha personalmente schiacciato migliaia di uova di tartarughe marine per far spazio ad un nuovo grattacielo in riva alla Golden Coast, in India ha bevuto l’acqua del Gange per dimostrarne la salubrità, più tardi, dopo quella che le malelingue hanno chiamato una lavanda gastrica da codice rosso, si è recata in Russia dove per la FIATA ha dimostrato che un pannello fotovoltaico è 15 volte più inquinante di una miniera di carbone, se con “pannello fotovoltaico” intendiamo la centrale nucleare di Chernobyl.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su El Mundo Today
Traduzione e adattamento di Andrea H. Sesta

Lercio collabora con: De Speld, Der Postillon, Le Gorafì, El Mundo Today, Waterford Wishpers News, Die Tagespresse e News Thump.

Fonte: Arriva una Greta Thunberg malvagia che non crede al riscaldamento globale sul magazine satirico Lercio.it