Molise, Partorisce a 11 anni mentre il Padre a 13 fa i compiti a casa

Partorisce a 11 anni mentre il Padre a 13 fa i compiti a casa

la-mia-malinconia-e-tutta-colpa-tua

L’amore non ha età, lo sanno bene Mattia e Autilia, due ragazzini della provincia di Campobasso che, dopo una breve relazione sentimentale, hanno avuto un figlio proprio ieri sera. Mattia e Autilia sono stati forse avventati ma i due sembrano amarsi davvero, come dichiara il padre stesso del ragazzo: “Mio figlio prova un forte sentimento verso la sua fidanzatina. Certo, forse sono stati un po’ troppo frettolosi, ma non c’è nulla di male. Abbiamo deciso, in accordo con la famiglia della ragazza, di tenere il figlio. Giusto così, non ci pare il caso di fare polemica su queste cose, le scelte sono personali e figlie di un percorso che nessuno, all’esterno, può giudicare”. Parole sante quelle del genitore che non lasciano fiato ai tromboni contestatori della vicenda.

Mattia, mentre la ragazzina era in ospedale per il parto, era a casa a fare i compiti. Una storia molto commovente, sicuramente un messaggio di speranza su cui c’è molto poco da pontificare. Il figlio, perché il nuovo nato è maschio, porterà il nome di Speranzo, un nome singolare, scelto previo accordo dei due ragazzini e delle due famiglie proprio per sottolineare quel messaggio di speranza che pur si realizza in atti come questo. Nei prossimi giorni la vicenda farà molto parlare di sé, speriamo però che tutto avvenga con pacatezza di toni e di riflessioni. D’altronde le scelte di ognuno, oltre a una buona dose di casualità, sono il puro frutto di un percorso singolare per niente tracciabile. Tanti auguri a Mattia, Autilia e il piccolo Speranzo.

L’articolo Molise, Partorisce a 11 anni mentre il Padre a 13 fa i compiti a casa sembra essere il primo su Il Fatto Quotidaino.

Fonte: Molise, Partorisce a 11 anni mentre il Padre a 13 fa i compiti a casa sul Fatto Quotidaino