Lucca. Infila il pene in una bottiglia e per estrarlo lo taglia.

Lucca. Infila il pene in una bottiglia e per estrarlo lo taglia.

il solito sesso

Surreale episodio accaduto a Lucca. Riccardo Mansoni, 53enne del posto, ha avuto la brillante idea di inserire il suo membro in una bottiglia di vetro per aumentare la dose di piacere nell’atto erotico solitario. Eppure qualcosa è andato storto durante l’operazione, infatti, l’uomo si è ritrovato, dopo pochi minuti con il pene incastrato nell’oggetto e tanta paura. La vergogna della situazione gli ha inizialmente impedito di chiamare i soccorsi portandolo a manovre maldestre e insicure che il 53enne ha pagato caro, anzi carissimo. Riccardo infatti ha tranciato il suo organo quasi in due parti, cosa che gli ha provocato un dolore lancinante.

Rivoltosi, poi, al pronto soccorso, l’egregio lavoro dei medici è riuscito a stabilizzare la situazione consentendogli una vita nuovamente normale. Il lungo intervento, durato circa 3 ore, è servito infatti a ricucire la ferita e garantirgli la motilità del membro. Nei prossimi giorni si valuterà se l’uomo tornerà definitivamente ad avere un’esistenza normale o meno. Ora in città c’è tanta ilarità, al punto che anche il signor Mansoni ha detto, in tono ironico: “Meglio così dai, in fondo dagli errori si impara. Dovrò stare più attento con i giochi erotici, in realtà, sarebbe meglio smetterla con l’autoerotismo così nudo e crudo”. Insomma, tutto bene quel che finisce bene, la storia del Mansoni poteva infatti concludersi molto peggio. Occhio sempre alle pratiche sessuali che amate praticare, ragionate con la testa prima che con l’istinto più puro.

L’articolo Lucca. Infila il pene in una bottiglia e per estrarlo lo taglia. sembra essere il primo su Il Fatto Quotidaino.

Fonte: Lucca. Infila il pene in una bottiglia e per estrarlo lo taglia. sul Fatto Quotidaino