Lecce. Pitone si libera da teca e divora il padrone.

Lecce. Pitone si libera da teca e divora il padrone.

sifaperridere

A volte avere animali selvatici di grosse dimensioni in casa è molto rischioso, come dimostra quanto accaduto a Lecce, a casa di Lelando Palmeri, impiegato 35enne. Lelando ha sempre avuto la passione per i serpenti, nella sua villetta ne possedeva circa 32. Ma proprio stamattina, Ekans, così come amava chiamarlo, è fuggito dalla teca e ha divorato l’uomo.

Sconvolti gli amici e i familiari: “Non ci posso credere” dice Tommaso “. Ekans era un serpente bravissimo, spesso lo lasciava girare per casa tanta era la sua familiarità con l’ambiente casalingo” Eppure qualcosa è andato storto, perché si sa, con certi tipi di animali le precauzioni non sono mai abbastanza. Nella foto potete vedere uno scatto effettuato dai paramedici stessi che hanno trovato il pitone in fase di digestione del corpo di Lelando. Inutili i soccorsi. Adesso non si sa ancora che fine faranno i serpenti del signor Palmieri. Alcuni dicono che verranno abbattuti, altri che verranno donati a uno zoo, altri ancora che verranno messi all’asta: alcune di queste specie, infatti, sono molto rare e avrebbero un valore molto alto.

Fra i cittadini c’è molto sconcerto per la morte assurda dell’impiegato 35enne conosciutissimo in città. “Non ci credo” dice il barista Arnaldo “ogni mattina veniva qui a fare colazione, d’altronde questi animali sono incontrollabili, gli sarà sfuggito il controllo della situazione”. Intanto, ora si piange un morto giovanissimo. Tenere un pitone in casa è sempre molto rischioso, è bene che chi decida di fare una tale scelta, lo faccia sempre per vie legali e soprattutto con l’aiuto di addestratori esperti.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo e facci sapere cosa ne pensi!
Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!

L’articolo Lecce. Pitone si libera da teca e divora il padrone. sembra essere il primo su Il Fatto Quotidaino.

Fonte: Lecce. Pitone si libera da teca e divora il padrone. sul Fatto Quotidaino