Facebook chiude. “Ci sono troppe bufale”. Ufficiale.

Facebook chiude. “Ci sono troppe bufale”. Ufficiale.

Facebook chiude. Ufficiale. Secondo il direttore della “società dello spettacolo”, Guy Debord, il più noto social network al mondo chiuderà fra qualche mese. Il motivo: troppe bufale e troppe polemiche. Il general manager americano dice, durante una brevissima conferenza stampa sulla questione: “Lo spettatore più contempla, meno vive; più accetta di riconoscersi nelle immagini dominanti del bisogno, meno comprende la propria esistenza e il proprio desiderio.” poi continua “Il consumatore reale diventa consumatore di illusioni. La merce è questa illusione effettivamente reale, e lo spettacolo la sua manifestazione generale”. E al nostro giornalista Alvaro Porfido che chiede delucidazioni sullo spettatore e sulla condizione che internet e i social hanno portato nella nostra esistenza, risponde: “l nostro tempo preferisce l’immagine alla cosa, la copia all’originale, la rappresentazione alla realtà, l’apparenza all’essere. Ciò che per esso è sacro, non è che l’illusione, ma ciò che è profano, è la verità”.

Frasi dure che dimostrano come l’alienazione sia oggi molto forte nel soggetto pensante che è l’uomo, incapace ormai di distinguere il vero dal falso. Non si sa ancora in che modo facebook chiuderà e se ci saranno delle misure palliative per smaltire facilmente la dipendenza. Di certo, come continua a dire Guy Debord, ai vertici dell’azienda americana: “nel mondo realmente rovesciato, il vero è un momento del falso”. E a questo punto pare non ci sia proprio soluzione. Voi cosa ne pensate? Come reagirete alla scomparsa di facebook? Fatecelo sapere nei commenti.

guy_debord1

L’articolo Facebook chiude. “Ci sono troppe bufale”. Ufficiale. sembra essere il primo su Il Fatto Quotidaino.

Fonte: Facebook chiude. “Ci sono troppe bufale”. Ufficiale. sul Fatto Quotidaino