Vajont – Le accise sulla benzina non arrivano – Belluno denunciò lo Stato

300 milioni di euro. L’impressionante cifra è una parte delle accise sui carburanti (tasse che incrementano di quasi il doppio il costo di benzina e gasolio), che dovrebbero servire a risanare situazioni disastrose causate da errori del nostro paese (come la guerra in Eritrea risalente al ventennio), calamità naturali o magari emergenze immigrati che hanno portato il nostro paese nell’abisso.

Vajont – Le accise sulla benzina non arrivano – Belluno denunciò lo Stato

Oggi ricorrono i 51 anni dal disastro della diga Vajont, che per errori di costruzione e fragilità strutturali, franò inondando e distruggendo il fondovalle veneto (tra cui il comune di Longarone, disastro che decretò la morte di 1917 persone.

Nel 2011, il sindaco di Belluno ha indetto un’azione legale nei confronti dello Stato Italiano, in quanto, i soldi stanziati per la ricostruzione non sono mai giunti a destinazione.

Questa condizione vergognosa ci farà riflettere sul dove finirebbero tutti questi miliardi di euro addebitati agli italiani (sotto forma di accise) per l’acquisto dei carburanti, incrementandone notevolmente il costo.

Ironia della sorte: sulle accise è anche prevista un’iva del 10%; in parole povere la tassa sulla tassa.

Ilenia Tripidosi – Vice Capo Redattore

Fonte: Vajont – Le accise sulla benzina non arrivano – Belluno denunciò lo Stato sul Corriere del Mattino

Cosa ne pensi?

Close
Vieni a pescare con noi
Segui il Boccalone su