Studente Non Ammesso in Classe perchè povero – La Rabbia della madre

Un ragazzo di 17 anni è rimasto 5 ore fuori dalla classe perchè il docente gli ha impedito di accomodarsi in aula. Il motivo? Non aveva presentato il versamento per l’iscrizione annuale scolastica, per gravi problemi economici dei quali l’istituto e gli insegnanti erano comunque al corrente.

Studente Non Ammesso in Classe perchè povero – La Rabbia della madre

E’ accaduto in una scuola pubblica di Parma, l’Istituto Professionale Primo Levi.

La madre ha denunciato la situazione ad un quotidiano locale, dichiarando le seguenti parole:

”Mio figlio è stato fuori perché non aveva il libretto che viene dato quando si fa il versamento di 130 euro. Gli è stato detto che non poteva entrare fino a quando non pagava la retta. L’anno scorso ho pagato metà retta, 60 euro, facendo sacrifici, ma questa volta non siamo riusciti a pagare – ribatte la madre del ragazzo ‘escluso’ dalla scuola – O prendevo i libri o pagavo la tassa. E ho preso i libri: 200 euro”.

Il Preside della scuola si giustifica dichiarando invece:

“I soldi richiesti servono per assicurare gli studenti che frequentano laboratori e officine e sono a tutti gli effetti equiparati ai lavoratori. In molte occasioni, le famiglie in difficoltà sono state aiutate dall’Istituto e la riscossione delle quote è sempre dilazionata e a discrezione delle famiglie stesse. Questa volta, però, non è stata fatta alcuna richiesta”.

fonte: ansa.it

Fonte: Studente Non Ammesso in Classe perchè povero – La Rabbia della madre sul Corriere del Mattino

Cosa ne pensi?

Close
Vieni a pescare con noi
Segui il Boccalone su